Lutto genetico: una guida per affrontare l’ovodonazione

lutto genético, ovodonazione

Il lutto genetico descrive il processo emotivo che alcune persone sperimentano quando affrontano trattamenti di riproduzione assistita, come l’ovodonazione, in cui non esiste un legame genetico diretto con il futuro bambino.

Questo dolore è una parte naturale del viaggio verso la genitorialità per molte coppie, segnato dall’accettazione del fatto che il percorso per avere un figlio può essere diverso dalle aspettative iniziali. Abbiamo parlato con la dottoressa Elena Santiago del lutto genetico nella donazione di ovociti e nella FIV da donatore di sperma.

Dott.ssa Elena Santiago, Vida Fertility

Che cos’è il lutto genetico nella donazione di ovociti?

Il lutto genetico nel contesto della riproduzione assistita si riferisce al processo emotivo che individui o coppie attraversano quando accettano che il loro futuro figlio non condividerà i loro geni, una situazione comune in trattamenti come la donazione di ovociti o la FIV con donatore di sperma.

In qualità di specialista della fertilità, il Dr. Santiago aggiunge che “riconoscere e convalidare questi sentimenti è fondamentale, e con un adeguato supporto professionale ed emotivo, le coppie possono affrontare questo processo, aprendo i loro cuori alle possibilità che l’ovodonazione offre per creare una famiglia”.

FOTOS WEB

Superare il dolore genetico è possibile

Superare il lutto genetico prima del processo e dopo il trattamento può richiedere tempo, infatti, per esperienza nella clinica della fertilità, il supporto della famiglia e dei professionisti è fondamentale.

Strategie per affrontare il lutto genetico

  • Cura di sé: mantenere la salute mentale e fisica attraverso abitudini sane e attività di riduzione dello stress.
  • Riconoscere e accettare i sentimenti: È essenziale riconoscere e accettare qualsiasi tristezza, frustrazione, paura o rabbia come reazioni normali.
  • Cercare sostegno: appoggiarsi ad amici, familiari o professionisti per elaborare questi sentimenti.
  • Essere informati: comprendere il processo di donazione dei gameti può ridurre l’ansia.
  • Consulenza specialistica: consultate gli esperti per comprendere a fondo il processo e le aspettative.
  • Partecipare a gruppi di sostegno: il contatto con altre persone in situazioni simili può offrire conforto e comprensione.
  • Comunicazione con il partner: mantenere una comunicazione aperta e onesta è fondamentale per il benessere emotivo di entrambi i partner.
prezzo della madre single

Optare per la fecondazione in vitro con ovuli o sperma di un donatore rappresenta una soluzione per chi desidera diventare genitore, anche se comporta sfide emotive non indifferenti. Condividere le proprie preoccupazioni e paure con gli esperti, comunicare efficacemente con il partner e riflettere sulle motivazioni che spingono a diventare madre sono elementi essenziali per elaborare questi sentimenti e tornare a entusiasmarsi all’idea della maternità.

21 Feb: Quando passare dalla FIV all’ovodonazione, a cura della Dott.ssa Katharina Spies

Abbiamo parlato con la dottoressa Katharina Spies di chi è indicato per la donazione di ovuli in Spagna e di quando ricorrere a questo tipo di trattamento.

10 Gen: Testimonianza di una madre single: “Vida Fertility fa parte della nostra storia”

Testimonianza di Carine, diventata madre single grazie a Vida Fertility, condivide la sua esperienza segnata dalla dolcezza e professionalità

04 Gen: Doppia Donazione di Gameti: La Storia Vera della Maternità di Amandine

Non è facile accettare un problema di fertilità; oggi Amandine condivide la sua esperienza con la doppia donazione di gameti presso Vida Fertility