Teratozoospermia: tutto sulla morfologia degli spermatozoi

teratozoospermia

La teratozoospermia, nota anche come teratospermia, è una condizione caratterizzata da una morfologia anomala degli spermatozoi. Abbiamo parlato con il dottor John Peay di come influisce sul concepimento maschile e delle opzioni di trattamento per migliorare la fertilità.

Cos’è la teratozoospermia?

Significa che un numero significativo di spermatozoi di una persona non è corretto nelle dimensioni, nella forma o nella struttura. Le anomalie possono includere difetti nella testa, nella parte centrale o nella coda dello sperma.

teratozoospermia

Cosa comporta la teratozoospermia?

Definita dalla forma e dalla struttura anomala degli spermatozoi, la teratozoospermia è una condizione di fertilità in cui si verifica un aumento di spermatozoi di forma atipica nel liquido seminale.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la morfologia normale degli spermatozoi varia tra il 4% e il 14% del numero totale di spermatozoi di un uomo.

In generale, questa condizione è caratterizzata da difetti nella testa, nella parte centrale o nella coda dello sperma. Sebbene riduca le probabilità di concepimento, non lo rende del tutto impossibile; gli studi indicano che circa un terzo delle persone con morfologia zero può comunque concepire naturalmente.

teratozoospermia

Come viene diagnosticata?

La teratozoospermia viene diagnosticata attraverso un seminogramma (analisi del liquido seminale).

Embriologi specializzati in andrologia eseguono un lavaggio seminale per valutare la percentuale di spermatozoi sani e suggerire così la tecnica riproduttiva più adatta ai pazienti.

Teratozoospermia e fertilità maschile

I pazienti affetti da teratozoospermia possono subire una riduzione della fertilità, poiché gli spermatozoi di forma anomala hanno meno probabilità di fecondare l’ovulo.

Uno spermatozoo sano ha generalmente una testa ovale, un collo dritto e una coda. Inoltre, non dovrebbero esserci goccioline di liquido nella testa. Nella teratozoospermia, tuttavia, almeno una di queste caratteristiche non è soddisfatta.

È possibile ottenere una gravidanza con la teratozoospermia?

In consultazione, vediamo che i pazienti con questa condizione possono ancora ottenere il concepimento in modo naturale se altri fattori spermatici sono normali, tra cui la motilità e il numero di spermatozoi.

Tecniche e trattamenti per ottenere una gravidanza con l’aiuto della riproduzione assistita

Secondo il Dr. Peay, nei casi di teratozoospermia, in cui la morfologia degli spermatozoi è anormale, possono essere consigliate diverse tecniche e trattamenti di fertilità:

  • Iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI): questa tecnica è una variante della fecondazione in vitro (FIV) ed è comunemente utilizzata nei casi di teratozoospermia. Consiste nell’iniettare direttamente uno spermatozoo selezionato in un ovulo. L’ICSI è utile perché per la fecondazione viene selezionato uno spermatozoo di aspetto normale, evitando le limitazioni dovute alla morfologia anormale.
  • Fecondazione in vitro (FIV): sebbene la FIV di per sé non risolva il problema della morfologia degli spermatozoi, può essere combinata con l’ICSI per aumentare le probabilità di successo.
  • Selezione avanzata degli spermatozoi: tecniche come la selezione microfluidica degli spermatozoi o la frammentazione del DNA degli spermatozoi possono aiutare a selezionare gli spermatozoi con una migliore morfologia e meno danni al DNA da utilizzare nella FIV o nella ICSI.
  • Diagnosi genetica preimpianto (DGP): nei casi di teratozoospermia grave, la DGP può essere raccomandata per esaminare gli embrioni alla ricerca di anomalie genetiche prima dell’impianto.

Ogni caso di teratozoospermia è unico e il piano di trattamento più appropriato dipenderà da diversi fattori, tra cui la gravità della condizione e la salute generale della coppia. Pertanto, è importante una valutazione dettagliata da parte di uno specialista della fertilità per determinare la migliore strategia di trattamento.

Cause della teratozoospermia

La teratozoospermia è associata a fattori genetici, malattie croniche, uso di alcol e droghe e obesità.

Queste cause possono essere riassunte come segue:

  1. Fattori genetici: anomalie cromosomiche o genetiche possono causare difetti nella morfologia dello sperma. Ciò può includere anomalie dei cromosomi sessuali (ad esempio, la sindrome di Klinefelter) o mutazioni genetiche specifiche che influenzano la produzione di sperma.
  2. Lesioni ai testicoli: lesioni ai testicoli dovute a traumi, infezioni (epididimite o IST), interventi chirurgici precedenti, radioterapia o chemioterapia possono influire sulla produzione di sperma e determinare forme anomale di sperma.
  3. Esposizione a tossine: l’esposizione a tossine ambientali come sostanze chimiche industriali, metalli pesanti, pesticidi e fumo di sigaretta può influire sulla produzione e sulla qualità dello sperma.
  4. Fattori ormonali: squilibri ormonali, come livelli anomali di testosterone o altri ormoni riproduttivi.
  5. Eccessivo calore: l’eccessivo calore nei testicoli, dovuto a indumenti stretti, frequenti bagni caldi o all’uso prolungato del computer in grembo, può influire negativamente sulla produzione e sulla morfologia degli spermatozoi.
  6. Stile di vita e fattori nutrizionali: fattori come l’obesità, una dieta carente di nutrienti essenziali, il consumo eccessivo di alcol, lo stress cronico e il fumo possono contribuire alla termatozoospermia.

20 Feb: Come l’età influisce sulla fertilità maschile: cure e consigli

Parliamo con il dottor Peay di età e fertilità maschile: come influisce l’età sulla capacità riproduttiva?

19 Feb: Perché è difficile parlare di riproduzione assistita?

Parliamo con il Dr. John Peay del perché è così difficile parlare di riproduzione assistita e dei tabù che esistono nella società.

19 Feb: Dr. Daniel Bodri: uno dei migliori specialisti in infertilità

Scoprite il ginecologo specializzato in infertilità Dr. Daniel Bodri, medico di punta e collaboratore del blog di Vida Fertility.