Quando passare dalla FIV all’ovodonazione, a cura della Dott.ssa Katharina Spies

Quando si ricorre a ovodonazione

Dopo diversi cicli di FIVET falliti con esito negativo dovremmo considerare la possibilità di una donazione di ovuli. In questo articolo parliamo con la dottoressa Spies di come e quando ricorrere all’ovodonazione, soffermandoci sull’importanza di una diagnosi medica accurata e sul perché, in alcuni casi, l’ovodonazione non è solo un’opzione, ma un nuovo inizio pieno di speranza.

Fecondazione in vitro, il trattamento di fertilità per eccellenza

La FIV o fecondazione in vitro rappresenta il trattamento iniziale per chi si trova ad affrontare difficoltà riproduttive, con l’età femminile e l’età maschile e la qualità degli ovociti (non ancora collegata) come fattori cruciali per il successo.

Con l’avanzare dell’età, la qualità e la quantità degli ovociti diminuiscono, il che può portare a tentativi di FIVET non riusciti. In Vida Fertility abbiamo condotto una valutazione dettagliata per identificare le ragioni alla base di questi ostacoli.

La dottoressa Spies, direttrice medica di Vida Fertility, spiega: “In questo delicato bivio, il mio ruolo è quello di fornire non solo competenze mediche, ma anche un supporto empatico, comprendendo che ogni donna è unica nel suo viaggio verso la maternità”.

Riserva ovarica: il fattore scatenante da capire quando si ricorre a ovodonazione

La valutazione della riserva ovarica è fondamentale per decidere il trattamento di riproduzione assistita.

Questa viene determinata attraverso test quali

1. Test dell’ormone anti-mülleriano (AMH): si effettua attraverso un esame del sangue e fornisce un’indicazione del numero di ovuli rimasti nelle ovaie. Bassi livelli di AMH possono indicare una ridotta riserva ovarica.

ecografia (2)

2. Conteggio dei follicoli antrali (CFA): tramite l’ecografia transvaginale, si conta il numero di follicoli antrali presenti nelle ovaie all’inizio del ciclo mestruale. Questo conteggio fornisce informazioni dirette riguardo alla riserva ovarica.

3. Test ormonali dell’FSH e dell’estradiolo: essenziali per valutare la funzione ovarica e la riserva ovarica nella riproduzione assistita. Eseguiti il terzo giorno del ciclo, indicano la fattibilità di trattamenti come la FIV. Livelli elevati di FSH o anormali di estradiolo suggeriscono una bassa riserva ovarica, fondamentale per determinare l’approccio terapeutico più appropriato e se la donazione di ovociti è un’opzione valida per la riproduzione assistita.

Tutti gli esami di cui sopra sono fondamentali per orientare le decisioni terapeutiche e per considerare il ricorso alla donazione di ovociti nei casi di bassa riserva ovarica o di scarsa qualità degli ovociti.

Quando ricorrere all’ovodonazione

L’ovodonazione emerge come soluzione quando la riserva ovarica non consente una gravidanza realistica, aumentando significativamente le possibilità di successo nei casi di ovociti di bassa qualità.

Questa tecnica di fertilità facilita l’esperienza della gestazione, assicurando la compatibilità e la salute degli ovociti attraverso metodi di selezione avanzati.

Tuttavia, la scelta di questa via comporta il superamento della sfida emotiva di rinunciare al legame genetico con il futuro bambino, nota come lutto genetico. In Vida Fertility forniamo il supporto e la consulenza necessari per compiere questa scelta decisiva.

Il viaggio emotivo verso l’ovodonazione

Il passaggio dalla fecondazione in vitro alla donazione di ovociti è una scelta sia emotiva che medica, che segna un passo cruciale nella strada per diventare genitori.

A Vida Fertility ci impegniamo a offrire supporto e competenza medica, personalizzando ogni trattamento di fertilità e comprendendo che questo cambiamento di direzione può essere una nuova opportunità piena di speranza.

Rispettiamo profondamente la decisione personale di ogni donna, offrendo un ambiente che favorisce la comprensione e l’accettazione di questo nuovo inizio verso la realizzazione del sogno della maternità.

17 Apr: La risposta alla scelta del sesso del bebé in Spagna

Ana García, embriologa, spiega che in Spagna è possibile scegliere il sesso del bebé per prevenire alcune malattie genetiche.

07 Mar: Come migliorare la qualità degli ovociti e ottenere una gravidanza

Migliorare la qualità degli ovociti è un processo complesso, tuttavia esistono tecniche che possono aiutare ad avere un bambino.

04 Mar: Quantità e qualità degli ovuli per una FIVET di successo

Cosa sono i follicoli antrali e di quanti ovuli ho bisogno per una FIVET di successo? L’importanza delle dimensioni e qualità degli ovociti.