È possibile essere madre a 40 anni (e poco più)?

È possibile essere madre a 40 anni (e poco più)?

Forse quando si è più giovani si pensa che essere madre a 40 anni sia una follia. Ma la realtà è che gli anni passano e non è mai il momento giusto per creare una famiglia. Capita anche di iniziare a cercare una gravidanza a 30 anni e, se le cose si complicano, di iniziare un trattamento di riproduzione assistita. Conclusione: gravidanza a 42 anni.

Ci sono tante situazioni quante sono le donne, e sono loro che finiranno per scrivere la loro storia. Alcuni decidono di aspettare fino a raggiungere la stabilità professionale che desiderano. Altri hanno deciso di rimandare a un altro momento, perché hanno bisogno di crescere prima di aiutare a crescere qualcun altro.

C’è chi non ha trovato il partner ideale per formare il proprio progetto di vita e ha deciso di diventare madre single. O quelle che non possono. Chi lo sa. La verità è che, al giorno d’oggi, è molto comune iniziare ad avere figli all’età di 38 o 39 anni e finire per averli dopo i 40 anni.

È rischioso essere madre a 40 anni?

Dopo i 40 anni è molto difficile rimanere incinta in modo naturale. All’età di 35 anni, la cosiddetta riserva ovarica (qualità e quantità di ovuli) inizia a diminuire.

Se vi state già sottoponendo a un trattamento per la fertilità, anche questo potrebbe non essere un letto di rose.

Ma una volta che il test mostra che siete incinta (finalmente), noi di Vida Fertility vi raccomandiamo sempre di prendervi cura di voi stesse più che mai. È vero che la gravidanza a 45 anni non è la stessa di quella a 35, il corpo non reagisce allo stesso modo.

Una gravidanza tardiva può essere associata a un aumento di complicazioni come:
  • Diabete gestazionale.
  • Placenta previa.
  • Parto cesareo.
  • Minaccia di parto prematuro.

Si tratta di situazioni che, d’altra parte, potrebbero verificarsi anche se si partorisce all’età di 37 anni.

A Vida Fertility vogliamo che siate tranquilli. Per questo motivo si consiglia sempre di rivolgersi a uno specialista per monitorare e controllare la gravidanza. Seguire tutte le indicazioni del ginecologo ed eseguire gli esami necessari.

Quali sono le mie possibilità di diventare madre oltre i 40 anni?

Con il passare degli anni, il tasso di fertilità di una donna diminuisce, il tasso di aborto aumenta, il numero di ovuli geneticamente sani diminuisce e, con esso, aumenta la probabilità di difetti alla nascita come la sindrome di Down.

Dopo i 40 anni, il tasso di fertilità mensile è solo del 5%, anche con la fecondazione in vitro (FIV). Le biopsie embrionali eseguite nell’ambito della diagnosi genetica preimpianto rivelano che almeno il 90% degli ovuli di una donna di oltre 40 anni presenta anomalie genetiche.

Non sorprende quindi che molti dei nostri pazienti ricorrano a un trattamento di FIV con ovuli e sperma del partner o di un donatore, se necessario. In questo caso le probabilità di gravidanza sono superiori all’80%.

infertilidad, causas de infertilidad

Aumenta il rischio di anomalie per il bambino?

Come accennato in precedenza in questo articolo, diventare madre a 40 anni (o più) può essere collegato a un aumento delle anomalie cromosomiche nel bambino, come la sindrome di Down.

Tuttavia, nei centri di riproduzione assistita esistono tecniche così avanzate che permettono di individuare alcune anomalie nell’embrione prima che venga trasferito nell’utero della madre. Ci riferiamo test genetico preimpianto.

La PGT (Preimplantation Genetic Testing) è una tecnica di selezione degli embrioni che rileva le alterazioni genetiche prima che l’embrione venga trasferito nell’utero della futura madre. Si parla di PGT-A quando lo studio è effettuato a livello cromosomico e di PGT-M quando si tratta di studiare un particolare gene.

Per eseguire la diagnosi genetica preimpianto è necessario estrarre alcune cellule, mediante biopsia, da embrioni allo stadio di blastocisti (giorno 5-6 dello sviluppo embrionale).

Dopo la biopsia, gli embrioni vengono vitrificati (congelati) fino all’ottenimento dei risultati genetici, che richiedono circa 3-4 settimane.

Grazie a questi risultati, possiamo sapere con certezza se gli embrioni saranno in grado di portare avanti una gravidanza e aumentare le probabilità che nasca un bambino sano. La biopsia non comporta alcun rischio per lo sviluppo dell’embrione.

Quali sono i vantaggi di essere madre dopo i 40 anni?

Una gravidanza a 40 anni viene vissuta con maggiore maturità, perché la decisione è stata ben ponderata. Inoltre, è probabile che siate finanziariamente ed emotivamente stabili, il che vi permetterà di affrontare questa fase della vita con più strumenti a disposizione.

D’altra parte, secondo gli esperti, le madri over 40 si prendono più cura di sé. Sanno che una gravidanza a questa età può essere associata a un aumento delle complicazioni e decidono di prendersi cura della propria salute per evitare che ciò accada e favorire così il corretto sviluppo del bambino.

Al di là dei vantaggi, la realtà è che hai già preso la decisione e la tua felicità verrá vedendo il viso del tuo bambino. Noi di Vida Fertility siamo qui per aiutarti a raggiungere questo obiettivo. In primo luogo, per aiutarti a rimanere incinta e poi per accompagnarti fino a quando avrai il tuo bambino tra le braccia.

Se vuoi conoscere le tue possibilità di ottenere una gravidanza, consulta uno dei nostri specialisti della fertilità. Fissa un appuntamento QUI.